In che modo l’intelligenza artificiale applicata al recruiting supporta per le assunzioni?

5 approfondimenti su come l’Intelligenza artificiale può supportare il tuo processo decisionale

1. Ottimizzazione sourcing

Un approccio testato ed efficace: prendi una job description esistente e aggiungi alcune nuove competenze richieste, quindi pubblicala sulla tua job board per profili specializzati.
Il risultato: riceverai profili di candidati molto simili a quelli che hai sempre ottenuto.
Pensa a come un diverso approccio al sourcing può portarti a talenti con opinioni, abilità ed esperienze diverse. L’intelligenza artificiale raccoglie varie informazioni dettagliate per prevedere le prestazioni di un annuncio di lavoro per una determinata posizione e il modo in cui il linguaggio utilizzato può creare pregiudizi involontari.
Non solo sarai più strategico nelle scelte risparmiando soldi e tempo per il sourcing, ma anche le competenze all’interno della tua forza lavoro si espanderanno. Non è richiesto alcuno sforzo aggiuntivo.

2. Candidati più qualificati per la tua azienda

Man mano che lo smart working prende campo è probabile che vedremo un aumento di domande da parte di talenti che abitano lontano, precedentemente inaccessibili per un’assunzione. Quindi, come si fa a gestire attentamente un alto volume di candidati e a fissare colloqui con i profili più interessanti? Basta definire cosa significa qualità per la tua azienda.
Probabilmente funzioni come l’analisi automatica del curriculum che valuta rapidamente le credenziali, le skills e le risposte alle domande a crocetta inviate da ciascun candidato possono risultare molto utili. Ciò che potresti non vedere però è la quantità di candidati che non hanno passato la prima fase di selezione in base a quel set di dati limitato.
Il matching offerta-candidato basato sull’intelligenza artificiale può cercare automaticamente il 100% dei curriculum disponibili e fornire consigli e corrispondenze. Ogni curriculum viene valutato in base ai criteri da te stabiliti per la figura ideale per quel ruolo.
Il risultato sono raccomandazioni che aumentano la qualità del matching e riducono le valutazioni soggettive del selezionatore, che potrebbero essere anche involontariamente di parte. Allo stesso tempo, le nuove persone in cerca di lavoro possono accedere a ruoli altamente qualificati e consigli personalizzati direttamente dal tuo career site o pagina “lavora con noi”.

 3. Assunzioni più adatte per ogni ruolo

Quando hai piena fiducia nel fatto che stai mettendo le persone giuste al posto giusto, sei pronto per determinare il successo a lungo termine della tua azienda nel recruiting.
Un Applicant Tracking System supportato dall’intelligenza artificiale mostra ai tuoi recruiters un elenco prioritario di candidati in archivio.
Il tuo team prende la decisione finale sull’ assunzione, ma ora può farlo sulla base dei dati. L’intelligenza artificiale impara continuamente dalle decisioni prese in fase di assunzione anche se differiscono dai consigli generati, per affinare un processo ripetibile in futuro.

4. Come impiegare al meglio il tempo del tuo team HR

Il software HR sfrutta l’intelligenza artificiale allo scopo di supportarti in diverse attività quotidiane. La sua capacità di rendere più efficiente il sourcing e lo screening dei candidati evita inutili sprechi di tempo e risorse del tuo team HR. Ciò significa ridurre la pressione quando ci sono da prendere decisioni importanti e per giunta rapidamente.
L’aggiunta di un chatbot conversazionale sulla tua career page è uno dei modi in cui puoi guadagnare ore di lavoro ogni giorno. Vedi l’esempio della chatbot di A2A.

E non preoccuparti: quando si tratta di fasi in cui l’interazione con i candidati è veramente importante, sappiamo che un contatto umano non ha eguali. Lascia che gli assistenti digitali rispondano a domande comuni con risposte preconfigurate, si occupino della preselezione del personale e pianifichino colloqui, infine passa il tutto a un recruiter in carne ed ossa.

5. Lavorare su progetti di internal mobilty per trattenere e far crescere le risorse interne

Quando si apre una posizione, si considerano i candidati interni? E se potessi ricoprire un ruolo senza mai mettere un annuncio di lavoro?
La pandemia ci ha mostrato il potere della mobilità interna nel colmare le lacune di competenze attraverso la formazione e la promozione di singoli collaboratori verso nuovi ruoli.

Il software per le risorse umane prende in considerazione anche i profili dei dipendenti interni ogni qualvolta che consiglia dei CV per una posizione. Questo ti dà una visione di quanto anche i profili presenti in azienda possano essere adatti a ricoprire la posizione vacante. La capacità di spiegare le scelte del software che utilizza l’intelligenza artificiale ti aiuta a capire il “perché” dietro ogni sua scelta. Il tutto facilita la mobilità interna e l’efficacia dell’interazione con i candidati in fase di colloquio.

Se un “matching” interno non va a buon fine perché la persona selezionata non è ancora pronta per un cambio di ruolo, il tuo team HR potrà attingere a questa informazione anche durante future selezioni.

Cosa fare nei prossimi mesi

Continua a cercare fornitori di soluzioni che non solo semplificano le attività quotidiane, ma garantiscano anche il livello di controllo e trasparenza necessario affinché la tecnologia sia veramente “guidata dall’uomo”. Come ha osservato Colin, “ora dobbiamo trovare il modo per permettere alle persone (che sono esseri umani) di lavorare meglio insieme mentre andiamo incontro al futuro”.

Scarica la nostra guida dedicata all’applicazione dell’Intelligenza Artificiale nel recruiting!

Back to top

Receive the latest iCIMS thought leadership directly to your email.

Privacy Notice

Subscribe to the iCIMS blog today

Sign up

The latest from iCIMS

Explore categories