• English
  • English (UK)
  • Español
  • Français
  • Italiano
 

Tre aspetti da valutare per avere video-colloqui efficaci

 
Alessandro Gorla
January 25, 2022

Sia nella nostra vita personale che professionale, creiamo e consumiamo regolarmente contenuti video. È inevitabile. Anche se non sei ancora pronto per ricevere CV su TikTok, molto probabilmente i video fanno già parte della tua vita professionale, perché, come avrai constatato, dipendenti e candidati sono ormai sempre più a loro agio davanti ad uno schermo. Infatti, l’utilizzo di video-colloqui è aumentato del 159% nel 2020 rispetto al 2019.

Il lavoro da remoto è ormai diventato più un’aspettativa da parte dei candidati che una tendenza; infatti, le persone scelgono (e chiedono) di poter lavorare a distanza. In un’epoca in cui nemmeno il luogo di lavoro è più un limite, i video-colloqui live o in differita diventano fondamentali per consentire le comunicazioni tra candidati, recruiter e chiunque sia coinvolto nel processo di selezione.

I colloqui digitali possono aiutare ad accelerare le assunzioni, snellire i processi e migliorare la qualità dei profili scelti. Tuttavia, per essere sempre al passo con le nuove tendenze, è necessario rivalutare regolarmente i propri flussi di lavoro.

Ecco alcune domande utili per analizzare i processi di recruitment e massimizzare le funzionalità dei video-colloqui di iCIMS:

1. I video-colloqui sono strutturati in modo equo?

Se ogni colloquio viene gestito da ciascun recruiter in modo differente, possono crearsi inconsciamente bias cognitivi da parte del selezionatore, che potrebbero portare a scegliere un candidato meno idoneo solo per convinzioni personali. Per evitare ciò è vivamente consigliato l’utilizzo di modelli di colloqui strutturati, sicuramente più efficaci e che permettono di concentrarti sui criteri corretti in fase di valutazione dei candidati.

La soluzione di video-colloqui di iCIMS permette di creare un archivio di domande standardizzate e approvate da utilizzare nei colloqui. Ponendo ad ogni candidato le stesse domande nello stesso ordine durante i video colloqui in differita, è possibile rendere il processo più equo e trasparente.

2. Stiamo catturando l’interesse dei potenziali candidati?

In che fase del processo il candidato incontra il potenziale futuro manager? Prova a rendere partecipe il responsabile fin da subito: aiuterai a diffondere la cultura della comunicazione e della trasparenza e permettendo al candidato di conoscere meglio l’azienda ed il team che potrebbe accoglierlo. Per tre datori di lavoro su cinque infatti, trasferire la cultura e i valori dell’azienda ai candidati è molto difficile: impegnarsi in questo senso in ogni fase del processo genera maggior entusiasmo e coinvolgimento.

La soluzione di video-colloqui di iCIMS permette di mettere in contatto manager e candidati fin da subito. L’opzione dei video-colloqui in differita consente di porre ai candidati delle domande pre-registrate dai manager per poter stabilire, almeno potenzialmente, un forte legame con il candidato fin da subito.

3. Offriamo ai candidati una flessibilità sufficiente?

Oltre il 70% dei lavoratori è oggi alla ricerca di qualche forma di lavoro agile. Puoi contribuire a soddisfare questa esigenza già dai colloqui: programmare i colloqui al di fuori dell’orario di lavoro tradizionale non solo contribuisce ad aumentare il tuo pool di candidati, ma mostra soprattutto una cultura del lavoro flessibile e il rispetto del tempo del candidato. I video-colloqui in differita, ad esempio, sono più facili da calendarizzare ed eliminano la necessità per i candidati di dover sottrarre del tempo al lavoro che stanno svolgendo.

La soluzione di video-colloqui di iCIMS permette di configurare i formati dei video-colloqui on-demand per dare ai candidati la libertà di registrare le loro risposte nel loro tempo libero. Tutti i colloqui vengono memorizzati nell’ATS di iCIMS e quindi analizzati dai team HR, i quali provvedono poi ad inviare i feedback ai candidati in modo standardizzato.

——-

Il sistema di video-colloqui, integrato nativamente nell’Applicant Tracking System di iCIMS, può accelerare e semplificare il modo in cui condividi e valuti i candidati. Inoltre, con la potenza della Talent Cloud, è possibile sfruttare i video anche nelle fasi successive per mettere in luce l’identità del brand e la cultura aziendale, coinvolgere maggiormente i candidati durante la fase di assunzione, o costruire un programma di onboarding inclusivo.

Per saperne di più, scarica gratuitamente la nostra guida al video-colloquio.

Back to top

Receive the latest iCIMS thought leadership directly to your email.

Privacy Notice

Subscribe to the iCIMS blog today

Sign up

The latest from iCIMS

Explore categories