Tre nuove regole per attrarre talenti con l’employer branding

Il modo in cui ci connettiamo e costruiamo relazioni lavorative è cambiato per sempre, tutto questo ha un riflesso anche sul come attrarre talenti al momento della ricerca del personale.
La proliferazione del lavoro a distanza, i cambiamenti globali e il modo di fruire le informazioni, comportano grossi cambiamenti nelle tecniche per attrarre i migliori talenti. Inoltre, la rivoluzione digitale ha cambiato anche il modo di reputare un’azienda affidabile e appetibile da parte dei candidati.

Fare “ciò che ha sempre funzionato” per attrarre talenti, non è più una strategia valida.

Per rimanere competitivi, e attrarre i migliori talenti, è necessario iniziare a esplorare nuovi metodi, basati su un’esperienza digitale coinvolgente e su tutto quello che i candidati cercano in un’azienda.

Sapere da dove iniziare può essere difficile, ecco quindi tre nuove regole da considerare per iniziare a fare employer branding e attrarre talenti.

Come attrarre talenti con l’employer branding: 3 nuove regole

L’employer branding consiste nel creare una buona reputazione della vostra azienda anche come ambiente lavorativo, ed è un’attività di marketing importante come le altre. Vediamo come iniziare a trasformare il brand della vostra azienda per renderla più attraente per i candidati più talentuosi.

Regola 1: Mostra l’opinione dei tuoi dipendenti attraverso video di testimonianza

L’employer branding è sempre più curato dalle aziende di tutto il mondo, ma avere un video aziendale girato in modo professionale o alcune parole scritte sulla pagina delle offerte di lavoro non basta più. La cultura aziendale è diventata una parola d’ordine, e ovunque si guardi, si trovano aziende che dicono ai candidati quanto sia bello lavorare per loro.

I candidati vogliono ascoltare e vedere ciò in cui credete. Si preoccupano delle azioni che sono intraprese sul luogo di lavoro. Vogliono vedere prove reali di come vi prendete cura dei vostri dipendenti in situazioni di crisi e quotidiane. E vogliono sentirlo direttamente dai vostri dipendenti. Secondo LinkedIn, i candidati si fidano dei dipendenti di un’azienda 3 volte di più dell’azienda stessa.

Un ottimo modo per costruire connessioni significative con i candidati è fare employer branding mostrando video realizzati dai dipendenti. Pubblicare testimonianze video autentiche e rilevanti dei dipendenti, che possano interessare i tuoi potenziali candidati, aiuta molto a creare un brand aziendale. Le testimonianze video possono essere presenti sulla pagina delle offerte di lavoro del tuo sito, nelle descrizioni delle offerte di lavoro, nelle e-mail e sui tuoi canali social.

Regola 2: Semplifica il processo di invio delle candidature sia per scritto che con video colloqui

Si è parlato molto di ridurre le potenziali frizioni sul lavoro organizzando incontri con manager e impiegati in fase di selezione. Questo tipo di processo di integrazione aziendale aiuta molto ad avvicinare i candidati sin da subito al loro futuro ambiente di lavoro. Inoltre, è un modo per dare dall’inizio un’impressione positiva dell’atmosfera lavorativa nella vostra azienda.

Questo tipo di integrazione è fondamentale per attrarre talenti, ma non basta. I candidati meritano e si aspettano una certa facilità ad interfacciarsi con l’azienda anche in fase di candidatura. In pratica, desiderano inoltrare una candidatura all’azienda della quale vorrebbero far parte con la stessa praticità con la quale usano le app dal loro telefonino.

La chiave per attrarre talenti è quella di mostrare la loro futura posizione lavorativa come qualcosa di compatibile con gli impegni della vita quotidiana e con la tecnologia del tempo.

Il lavoro a distanza e la pandemia hanno abbattuto i confini tra casa e lavoro, e i candidati hanno bisogno di flessibilità e comodità anche nel processo di assunzione, in modo da sentirsi subito a loro agio fra i tempi del lavoro e gli impegni di casa.

Per raggiungere questo obiettivo è importante comunicare con i candidati attraverso un canale di loro scelta – sia che si tratti di sms, di video, o anche di una chatbot sulla pagina delle offerte di lavoro.

Al tempo stesso è necessario offrire ai candidati la possibilità di fare colloqui di lavoro dal vivo o in differita, perché sappiamo tutti quanto può essere difficile trovare a casa un momento adatto per svolgere un colloquio di lavoro a distanza.

Regola 3: Trova alternative virtuali a ciò che ti ha fatto avere successo nelle selezioni in passato

Dopo aver scoperto le novità del mondo della selezione del personale nell’attuale mondo sempre più digitale, si può avere la tentazione di riscrivere completamente il proprio manuale di selezione del personale.

In realtà, non è necessario stravolgere completamente i vecchi metodi di successo, ma basta aggiornarli e adeguarli ai tempi che corrono.

Se gli eventi di selezione del personale di persona (career day) sono stati vitali per costruire una squadra di talenti in passato, è possibile riproporli a livello digitale. I career day virtuali offrono la stessa opportunità di rivolgersi a specifiche tipologie di candidati e permettono anche di “pescare con una rete più ampia”, connettendosi con gruppi di potenziali talenti precedentemente non raggiungibili con gli eventi di selezione svolti fisicamente in una determinata location.

Back to top