Customer success stories

L’esigenza

Una trasformazione digitale per tutta l’azienda

Ad inizio del lockdown la prima reazione è stata inevitabilmente di sospendere tutte le attività relative al recruiting: l’intera azienda non disponeva degli strumenti adeguati per consentire al personale negli uffici di continuare a lavorare da casa.
Unes si è trovata quindi davanti alla necessità di affrontare un processo di trasformazione digitale a 360° partendo dall’introduzione di nuovi servizi commerciali, all’assunzione di nuovi profili con competenze digitali fino all’acquisizione di nuovi strumenti per consentire allo staff di sede di continuare l’operatività in sicurezza, a supporto dei punti vendita.

Dal punto di vista commerciale, da qualche tempo, Unes stava lavorando all’attivazione del servizio di click&collect che consentisse ai clienti di ordinare la spesa online e ritirarla in negozio. Le nuove esigenze nate durante la pandemia hanno accelerato la necessità di fornire questo servizio portando all’attivazione di ben 10 nuovi punti click&collect sul territorio in un tempo ben più breve di quello preventivato.
In questo contesto in rapida evoluzione anche l’HR team ha dovuto attivarsi per implementare delle soluzioni che consentissero di portare avanti le attività di recruiting da remoto: è qui che entra in gioco il video-colloquio in differita!

Il progetto

La digitalizzazione del processo di recruiting

Il processo di recruiting per l’assunzione delle figure professionali nei punti vendita dell’azienda prevedeva i classici step: ricevute le candidature i recruiter controllavano i CV uno per uno e contattavano i candidati telefonicamente per un primo screening. Se ritenuti idonei, i candidati venivano poi invitati ad un assessment di gruppo durante il quale i recruiter avevano la possibilità di incontrarli personalmente e stabilire se far avanzare i candidati nel processo che prevedeva altri due step: una prova tecnica in negozio ed un ultimo colloquio fisico con il Recruiting Manager.
Un processo di recruiting basato sulla possibilità di incontrare e conoscere i candidati dal vivo e che è stato inevitabilmente invalidato dalla pandemia. L’obiettivo era  trovare un modo per potere ricominciare le attività di ricerca e selezione che permettesse al team HR di Unes di conoscere il più possibile i candidati senza incontrarli fisicamente. Aspetto in particolare, che sembrava il più complesso ed articolato da sostituire.

A fine febbraio, Fabiana decide quindi di aderire all’iniziativa di Easyrecrue che aveva offerto gratuitamente, per un periodo di tempo limitato, alcune funzionalità della Talent Experience Platform per supportare quelle aziende che si erano trovate sprovviste degli strumenti per fronteggiare la nuova situazione di lavoro da remoto.
“Il periodo di prova ci ha dato la possibilità di familiarizzare con lo strumento e testarne le potenzialità superando l’iniziale pregiudizio che non fosse possibile valutare complessivamente una persona senza incontrarla fisicamente almeno una volta.”

Nel nuovo processo ridisegnato in chiave digitale il team di recruiting non deve più controllare manualmente i CV ricevuti e contattare telefonicamente in quanto tutti i candidati vengono invitati automaticamente a registrare la video-intervista in differita. “La video-intervista rappresenta per noi oggi un primo importante step di selezione: infatti investendo del tempo nella realizzazione della video-intervista, il candidato esprime la volontà di sfruttare tutti gli strumenti che l’azienda mette a disposizione per presentarsi in maniera quanto più completa possibile raccontando se stesso e le sue esperienze” ci spiegano Giovanna Salvo e Gaia Brenicci, HR Recruiter di Unes. “Abbiamo ridisegnato il processo rendendolo semplice e mirato e, grazie al quale, riusciamo a conoscere e valutare le caratteristiche che ci interessano di più in un candidato”.

I risultati

I vantaggi dell’adozione del video-colloquio in differita

“Durante i 30 giorni di test abbiamo monitorato con molta attenzione il tempo impiegato dai recruiter ed il numero totale di candidati che riuscivano a valutare” continua Fabiana quando le chiediamo di descrivere la loro esperienza “e grazie ai risultati raggiunti durante questa fase, siamo riusciti a dimostrare l’efficacia dello strumento in termini di tempo, decidendo così di adottare definitivamente lo strumento”.
Seguendo il processo tradizionale, per supportare il recruiting di un anno, il team svolgeva assessment settimanali, che coinvolgevano un numero limitato di candidati. Grazie al video-colloquio in differita il team di recruiting ha avuto l’opportunità di incontrare e valutare un numero di gran lunga superiore di persone assicurandosi così la scelta dei profili più idonei e dando la possibilità di accedere alle selezioni ad un numero più elevato di candidati.

Learn more about how iCIMS' Talent Cloud can help you attract, engage, hire, and advance the best talent.

Thank you for your interest in iCIMS. A Sales representative will be in touch with you shortly.